Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

Uncategorized

17

Feb
2017

Vini da Oscar! Record di premi internazionali per i vini di Cantina Tedeschi

Si avvicina la notte degli Oscar, una serata ricca di stelle nel firmamento hollywoodinano e al tempo stesso non smettono di brillare i vini di Cantina Tedeschi, onorati con altrettanto prestigiosi riconoscimenti. Una metafora mai più calzante, dato che ad essere premiati, nel cinema come nel vino, sono innanzitutto l’impegno costante, il duro lavoro e lo stile di una storica realtà della Valpolicella e del Made in Italy.

tedeschi_logo_italianoGià, perché per Famiglia Tedeschi, ascoltare le esigenze e i tempi delle terra, è tra i cardini che da sempre guidano le scelte di sviluppo produttivo e il percorso intrapreso da papà Renzo a partire dagli anni ’60. Oggi più che mai, questa eredità inizia a dare i suoi frutti e così nascono vini di grande carattere e profondità, sempre eleganti, capaci di distinguersi e di farsi notare.

James Suckling, uno dei critici enologici più autorevoli del panorama enogastronomico mondiale, ha inserito nelle sue rinomate classifiche, l’icona di casa Tedeschi, il Capitel Monte Olmi – Amarone della Valpolicella annata 2010. Un’eccellenza che ha raggiunto il 32° posto tra i 100 migliori vini Italiani del 2016 e la 77° posizione nella classifica dei 100 vini più buoni del mondo, e un’ulteriore conferma della straordinaria intuizione di papà Renzo, di vinificare separatamente le uve dell’omonimo vigneto al fine di produrre uno dei primi CRU della Valpolicella. Riempie d’orgoglio saper che il traguardo mondiale vede cantina Tedeschi tra le 2 uniche rappresentanti del vino Amarone!

Ma Suckling e altre prestigiose riviste spendono ottime parole e elevati punteggi anche per le altre etichette firmate Tedeschi, provando quanto lo stile di famiglia coniughi in modo costante alta qualità e innovazione continua:

Capitel Monte Olmi Amarone della Valpolicella DOC Classico Riserva 2010

L’icona di casa Tedeschi, è definita da James Sucklingan Amarone that shows balance, depth, and beauty. Full bodied, yet refined and ultra-fine texture. Intense finish of light chocolate, nuts and ripe berries. Goes on for minutes on the finish. A triumph. Drink now,” e premiato con 97/100.

Per Wine Spectator, la Bibbia del Vino, merita 92 punti, merito di ”baked currant and fig cake notes are laced with tea leaf, wood smoke and citrus peel accents in this bright, tightly meshed red. Dense tannins provide firm structure. The lasting finish echoes a streak of spicy minerality. Drink now through 2027.”

L’elegante rivista Wine Enthusiast conferisce a questo magnifico Amarone ben 91 punti!

Il vigneto La Fabriseria rappresenta il fiore all’occhiello di questo indimenticabile 2016!

Cosi il Valpolicella annata 2012 raggiunge i 93 punti di James Suckling, che la descrive come “Very ripe and juice style to this red with dried-plum and orange-peel character. Full to medium body, velvety tannins and a flavorful finish. Shows vibrance and beauty. Drink now.”

Ottiene il massimo punteggio da parte di Wine Spectator tra gli amarone 2011 (94 punti), invece, l’Amarone della Valpolicella Classico La Fabriseria Riserva 2011, descritto come “a rich, racehorse of a red, with a sense of finesse to the integration of dense and sculpted elements. Offers a rich streak of smoky mineral and forest floor, showing a lovely range of cherry and black raspberry coulis, mandarin orange peel and sandalwood flavors. Delivers a long, grippy finish. Drink now through 2031.”

Wine Spectator è rimasto talmente colpito dall’annata 2007 di questo amarone da conferirgli un punteggio elevato, 92/100 e scegliendolo quale vino protagonista dell’Edizione 2017 di Opera Wine, il prestigioso evento nato in collaborazione tra la rivista americana e Vinitaly.

Non è da meno l’Amarone della Valpolicella DOCG 2012, “daily wine picks” per Wine Spectator che gli aggiudica 91 punti e un lusinghiero commento:Firm tannins are tightly knit to the core of crushed blackberry, wild herb, tarry mineral and abundant spice notes in this sleek, full-bodied red. Fresh and focused, this should open nicely with air or short-term cellaring. Best from 2018 through 2027.”

Lo stesso vino raggiunge i 91/100 di James Suckling complex aromas of currants, nuts and truffle follow through to a medium body, firm and silky tannins and a flavorful finishe 89/100 per Wine Enthusiast.

Ma non sono solo gli Amarone i vini della Famiglia Tedeschi ad aggiudicarsi ammirazione e punteggi elevati:

Maternigo Valpolicella DOC Superiore 2013, potrebbe essere definito un “pezzo da 90”, visto che per la 3° annata consecutiva viene giudicato con uno splendido 90 punti da Wine Spectator: “This bright red is lightly juicy and appealing, offering spiced plum and creamed cherry fruit, with hints of mocha, smoke and kumquat. Fragrant and chewy on the tar-tinged, minerally finish. Drink now through 2020.”

James Suckling lo definisce “a ripe and juice red with a dried-fruit and light jam character more akin to Amarone. Delivers lots of generous fruit and intensity. Long and flavorful. Drink or hold” e gli conferisce ben 92/100.

Insomma la ricerca costante della migliore qualità, la passione e la sapienza sono premiate e i risultati ottenuti gratificano e spronano a continuare a fare di più e sempre meglio, brindando a un’annata davvero da record!

 

Tags | , , ,

FacebookTwitterGoogle+Condividi